logo homepage sopra 3
 

 

LE PUBBLICAZIONI

28.02.12 Posted in POLIZIA STRADALE

LE PUBBLICAZIONI

Dal 2007 il Progetto Icaro è arricchito e qualificato dalla collaborazione con il Dipartimento di Psicologia della Sapienza, Università di Roma.
La base di partenza è stata una ricerca realizzata in collaborazione con la Polizia Stradale pubblicata ne “Il paradosso del giovane guidatore” di Anna Maria Giannini e Fabio Lucidi, edizioni Kappa.

paradossoIl titolo fa riferimento ad un fenomeno conosciuto dalla letteratura scientifica, secondo cui ogni volta che un guidatore inesperto mette in atto un’imprudenza senza avere conseguenze negative, si rafforza la sua convinzione di essere immune dai rischi d’incidente stradale. Un circolo vizioso che si interrompe quando si verifica un incidente stradale che determina l’immediata consapevolezza del pericolo in tutte le persone coinvolte.

La ricerca, abbinata alla settima edizione della campagna e unica nel suo genere anche a livello internazionale, si è basata su focus group ed analisi statistiche su 5.000 questionari compilati da studenti di dodici città italiane, volti ad individuare i fattori della personalità giovanile maggiormente correlati alla guida rischiosa e ad acquisire elementi utili per orientare nuove strategie d’intervento.

L’indagine ha consentito di mettere in luce tre profili dei neopatentati e dei giovani guidatori di ciclomotori: il conducente prudente, quello preoccupato/controllato e quello a rischio. L’ultimo, che rappresenta un terzo del campione intervistato, è alla continua ricerca di sensazioni ed emozioni forti, è caratterizzato da scarso altruismo, fatalismo, aggressività alla guida e guida spesso di notte in stato di ebbrezza.

guida ed str copyLa collaborazione del Dipartimento di Psicologia e dello staff della professoressa Anna Maria Giannini è proseguita con una formazione studiata per  gestire gli incontri nelle scuole da parte degli operatori della Polizia Stradale.

Un briefing all’inizio di ogni nuova edizione del Progetto e un debriefing per fare il punto sulle esperienze e sulle eventuali criticità sono divenuti appuntamenti che fanno parte del calendario di lavoro di tutti i funzionari e i tutor coinvolti dalla campagna, oltreché dei rappresentanti del mondo della scuola e degli altri partner del Progetto.

Dal lavoro svolto insieme sono nati due volumi di Guida pratica per l’educazione stradale di Anna Maria Giannini e Roberto Sgalla edizioni Erickson, per la scuola secondaria di secondo grado e per la scuola primaria. E’ in fase di ultimazione la terza pubblicazione per la scuola secondaria di primo grado e la collana si chiuderà con le linee guida per la scuola dell’infanzia che sarà interessata dall’undicesima edizione del Progetto.  

Le guide non contengono formule magiche ma sono delle “cassette degli attrezzi” con giochi di ruolo, piccoli esercizi, espedienti divertenti per aiutare i giovani a cambiar prospettiva, ad acquisire la consapevolezza dei rischi e guardare finalmente la strada con gli occhi della sicurezza.

L’obiettivo è quello di stimolare il guizzo d’intelligenza dei ragazzi per aiutarli a costruire la loro sensibilità sui temi della legalità, contro l’indifferenza, contro l’abulia della mente, contro il senso d’onnipotenza tipico della loro età. Far capire che la pura spontaneità non produce vivere civile, ma solo paura, oppressione ed arbitrio; che la civiltà è il prodotto dell’educazione degli impulsi attraverso la cultura, la morale e la legge.