logo homepage sopra 3
 

 

28.02.12 • LA FONDAZIONE ANIA

ICARo, insieme per l'educazione stradale

ania 200Gli incidenti stradali sono considerati troppo spesso, da molti, una fatalità, un inevitabile corollario di un sistema di mobilità fortemente dipendente dall'automobile.

Nella sostanza un prezzo da pagare al progresso.

Non è così. Gli incidenti non sono frutto del caso, ma nell''80% dei casi dipendono dal comportamento umano e nel 20% dalle infrastrutture.

28.02.12 • ANIA CAMPUS

Progetto ANIA CAMPUS

ANIA CAMPUS

La prevenzione del rischio di incidenti stradali si persegue anche attraverso una massiccia opera di educazione stradale rivolta alle varie fasce della popolazione. In particolare, l'elevato indice di incidentalità che fanno registrare le due ruote e che produce oltre un quarto della mortalità complessiva sulle nostre strade impone di migliorare la conoscenza di questo mezzo ed accrescere le capacità tecniche di guida, nelle varie fasce d'età.

28.02.12 • GLI SPETTACOLI TEATRALI

Nel 2044 il progetto Icaro ha incontrato il teatro

GLI SPETTACOLI TEATRALI

Nel 2004 il Progetto Icaro ha incontrato il teatro.
La prima esperienza è stato lo spettacolo “La città senza regole” messo in scena dall’Associazione Musicale Amadeus di Cariati, in provincia di Cosenza.

Diretto ai bambini della scuola primaria, l’obiettivo è stato quello di far arrivare il messaggio di sicurezza stradale con un linguaggio semplice e divertente, grazie ad una commedia musicale ricca di situazioni surreali, efficaci e veloci, molta coreografia e movimenti mimici.

29.02.12 • TESTIMONIAL

TESTIMONIAL

Un grazie di cuore a tutti i personaggi del mondo dello sport e dello spettacolo che con grande generosità hanno sostenuto la carovana del progetto ICARO e si sono fatti portavoce del messaggio di legalità sulla strada.

02.03.12 • Che cos'è Icaro

Il Progetto Icaro e' una campagna di sicurezza stradale nata nel 2001, promossa dalla Polizia Stradale insieme ai ministeri delle Infrastrutture e dei Trasporti, dell'Istruzione e la Fondazione Ania delle compagnie di assicurazione per la sicurezza stradale, con il coordinamento scientifico del dipartimento di psicologia della Sapienza, Università di Roma e del Movimento Italiano Genitori (moige) che in undici edizioni ha coinvolto oltre 100.000 studenti di 161 città italiane.

L'incidente stradale e' la prima causa di morte per i giovani, in Italia come in Europa, e l'obiettivo del progetto e' quello di far capire ai ragazzi che il rispetto delle regole e' l'unica strada per tutelare la vita e la sana voglia di divertimento.

L'incontro e il dialogo con i giovani diventano cosi' strumenti fondamentali di prevenzione a patto che la comunicazione sia in linea con il loro linguaggio.

Sono nati cosi' gli spettacoli teatrali, le testimonianze di giovani vittime di incidenti stradali, i circuiti di guida, le ricostruzioni d'incidenti stradali per spiegare i comportamenti a rischio.

C'e' un filo rosso che lega tutto: la convinzione che per elevare il livello di sicurezza sulle strade occorra un cambiamento culturale promosso anche attraverso la comunicazione. L'impegno di tutti, partner e sponsor, ha permesso che il modello crescesse e diventasse un progetto pilota in europa nel campo dell'educazione stradale con Icarus (Inter-Cultural Approches for Road Users Safety)